Dov’è la pace?

Dov’è la pace?
20 Gennaio 2020 Harihar

Tutte le sensazioni che provi, le confondi con la realtà, con ciò che etichetti o rivesti come realtà. Ad esempio la sofferenza, la mancanza di qualcosa, l’infelicità causata da una certa situazione o un vissuto di un certo tipo; fino a ritenere oggettivamente logica e giustificabile ogni reazione che il tuo ego ha verso le cose: se è freddo è reale stare male, se è troppo caldo, chi potrebbe affermare di non soffrire. Ho perso il lavoro e soffro. Mi ha lasciato mia moglie, sono caduto in depressione. Non ho più denaro, mi sento perso. È da così tanto tempo che nuoti in queste sensazioni di reazione e rifiuto di ciò che è, da portarti ormai a considerarle una realtà, anche se non lo sono affatto. In questo esatto momento puoi cambiare radicalmente il tuo modo di reagire agli eventi, semplicemente smettendo di ascoltare il tuo ego che ti dice che non puoi essere in pace o non puoi veramente essere te stesso, perché c’è qualcosa di oggettivo fuori o dentro di te, che te lo impedisce. Questa è la falsità con la quale continui a fare i conti, che ti fa sentire fallito e costantemente infelice. Tutto il mondo gira su questi modelli; è un’abitudine profonda. L’ego non vuole che tu sia veramente in pace o che ti riconcili con te stesso. Dov’è te stesso? Lo troverai quando queste circostanze cambieranno? Niente affatto; ciò che realmente sei, é adesso, sotto lo strato di questa discussione che hai intrapreso col tuo ego. La pace non si trova dopo la risoluzione di una discussione che andrà avanti per tutta questa e le prossime incarnazioni. La pace si trova adesso, proprio dove sei ora. Proprio prima di iniziare la discussione, o se preferisci, sotto lo strato in movimento dei pensieri, ci sei tu, questa pace. Non occorre andarla a cercare attraverso un cammino fatto di cambiamenti esterni, esteriori o analizzando la propria interiorità. La pace è, in ogni momento, esattamente adesso, dove sei tu. Riconciliarti col momento presente è un ottimo modo per iniziare ad attingere a te stesso. Nel momento presente si stà già manifestando l’unica verità, perché l’unica realtà è proprio il momento presente, che è tutt’uno con te. Non c’è alcuna differenza, solo in apparenza, perché l’ego non gradisce avere torto o perdere la discussione. Si nutre del tuo conflitto. Nel momento presente non c’è spazio per l’ego, ma c’è spazio per la realtà, per la vita, per te. È qui che puoi avvertire la pace e l’espansione della coscienza, che dice: Ahh che quiete, che senso di Unità. Se poi ti lasci essere, se non guardi indietro, all’ego, puoi sentire il silenzio, che è la tua presenza quieta, che non discute più. Sorge una profonda e grande consapevolezza che è l’unica Verità.

Harihar

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*